I corsi di marketing offerti dai Salesiani

Sin dai primi anni della loro fondazione i Salesiani si sono contraddistinti per l’importanza che danno alla formazione dei giovani, formazione non solamente educativa e vicina ai valori cristiani ma anche culturale con ampio spazio allo studio.

Sono numerosi gli istituti salesiani e i corsi di formazione che trattano temi di grande attualità come quello del marketing online. Attraverso i loro corsi si mira a far acquisire agli studenti le competenze e le abilità di questa nuova disciplina, lo studio di lingue straniere e un consistente arricchimento riguardo le dinamiche del web.

corsi marketing

IL WEB MARKETING – Oggetto di studio di questi corsi è il marketing online, quell’attività di marketing che si sviluppa attraverso i canali del web.
Il web marketing ha tante sfaccettature, dai più tradizionali siti internet all’e-mail marketing fino al recente social media marketing che si esprime attraverso i social network.
L’esperto di web marketing ha numerose competenze: deve avere approfondite nozioni di ottimizzazione e marketing per i motori di ricerca (in gergo tecnico SEO e SEM), deve saper maneggiare strumenti come il sopracitato email marketing, Google AdWords, affiliazioni e lead generation.
L’obiettivo delle campagne è ottenere un ROI più alto possibile. ROI è una sigla che deriva dall’inglese Return on Investment, in Italiano Ritorno sull’investimento, esso è un indice che mostra quanto hanno fruttato gli investimenti fatti.

UN SETTORE DI GRANDE SUCCESSO – Il marketing online oramai riguarda tutti i settori poiché ogni tipo di attività oltre a lavorare nei più tradizionali canali offline è attiva oramai anche in rete.
Uno dei settori che più negli ultimi anni ha avuto un consistente flusso di popolarità e di fondi è quello relativo alle slot machine online. Trattasi di siti web che permettono ai propri utenti di giocare d’azzardo e che si sono insediati sul mercato a partire dalla fine degli anni novanta.
Grazie a loro viene trasportata anche in rete l’esperienza di famosi giochi come poker, blackjack, roulette, bacarrat, slot machine e tutti gli altri giochi presenti nelle sale casino.

Le tre componenti principali di un casino online sono il sito web, il software e il server, mentre negli ultimissimi anni sono state sviluppate le app per giocare anche tramite mobile.
Il marketing online in questo tipo di settore ha due obiettivi: raccogliere il maggior numero di iscritti e convincere agli utenti già registrati a diventare giocatori affezionati nel tempo.
A causa degli ingenti capitali che circolano da sempre intorno a questo settore, è naturale che sia uno dei più importanti all’interno del marketing online. Una figura specializzata di marketing online in funzione dei casino è molto richiesta nel mercato del lavoro e può garantire grandi soddisfazioni sia in termini lavoratici che economici. I corsi di formazione in questo settore sono pertanto tra i più importanti, avere delle nozioni approfondite in materia – unite naturalmente a crearsi esperienza sul campo, o per meglio dire al pc – può garantire allo studente un futuro lavorativo tra i più piacevoli.

Il gioco come professione: vantaggi e competenze richieste

Naturale pensare che per un impiego simile, e per continui spostamenti, sia necessario uno stipendio adeguato a questo tipo di professione: servono tempo, pazienza, esperienza e… anche un pochino di fortuna, già, proprio lei. Le mensilità percepite da ogni croupier infatti vengono sensibilmente impreziosite dalle tante mance che i giocatori d’azzardo lasciano ad ogni addetto alla conclusione del gioco: maggiore è la generosità, dunque, maggiore sarà il cosiddetto “tip” portato a casa da ogni croupier a fine serata. Bella iniezione di fiducia e riconoscimento, soprattutto, per gli addetti ai lavori alle prime armi, alle prese con un pagamento certamente non da croupier affermato e sulla lunga via per poter lavorare nei migliori casino del mondo.

lavoro slot machine
Uno stipendio adeguato, dicevamo, che secondo una rapida ricerca effettuata si aggira, da subito, attorno ai mille-millecinquecento euro, mance escluse e (in base alla volontà dei giocatori) da includere. Ed occhio ad un’altra chance: se il mondo nautico ed il mal di mare non vi spaventano, nuovi posti di lavoro potrebbero liberarsi presto anche imbarcandosi per una crociera “lavorativa”, con gli ormai immancabili casino pronti a classificarsi come ulteriore svago presente sulle imbarcazioni delle più grandi compagnie internazionali. Impieghi tosti, continui ed anche redditizi, che vanno necessariamente approfonditi per capirne meglio ogni piccolo particolare.

IL COMPITO DI UN CROUPIER – Il croupier di solito si occupa, all’interno di un casino, dell’amministrazione e dell’operatività di un tavolo da gioco, che può essere un tavolo da carte, da poker, la roulette e così via, prendendosi anche la responsabilità di controllare le scommesse e le puntate e di distribuire le vincite. Tra i suoi compiti c’è anche quello di controllare che tutte le operazioni si svolgano regolarmente, provvedendo inoltre ad illustrano ai meno esperti le regole del tavolo a cui si sta giocando. Inevitabile dunque, oltre ad essere possibilmente amanti della materia, conoscere al meglio il campo in cui si sta operando: l’atteggiamento mostrato da un croupier si rivela determinante anche per il gradimento del giocatore in azione, sia per la “questione mancia” finale che per rendere il clima durante le puntate e le giocate ancor più disteso. Una parte molto lucrativa del casino sono le slot machine che generano circa il 50% dei guadagni; una delle figure professionali molto richiesta è proprio quella del responsabile delle slot machine che si occupa di tutti gli aspetti del business, dai rapporti con i fornitori degli apparecchi elettronici all’organizzazione di tornei all’interno del casino stesso.
Interesse per la materia sì, ma anche tanta, tanta velocità (anche mentale e di calcolo) e spigliatezza: qualità indispensabili per diventare un buon croupier è la velocità, capaci di permettere al casinò (e, di conseguenza, al croupier stesso) di guadagnare di più grazie al numero maggiore di giocate che si riescono ad effettuare. Più partite, più puntate e maggior guadagno, in una catena incrociata che può inizialmente risultare banale ma più che fondamentale ai fini degli incassi portati a casa da croupier e casino stesso.

COME DIVENTARE CROUPIER – Chiunque senta di avere dunque questa abilità e la vuole mettere a frutto in maniera professionale può rivolgersi ad una delle tante agenzie internazionali che offrono corsi di circa tre mesi per diventare croupier: apprendimento, ovviamente, a pagamento, ma assolutamente fondamentale per potersi immettere in un mondo dove è prima di tutto necessario un determinato tipo di pratica per risultare un croupier efficiente. Un corso importante che consente, oltretutto e soprattutto, di trovare un impiego immediato al termine dello stesso, iniziando già così la propria, nuova attività lavorativa: contratto a tempo indeterminato pronto da firmare per raggiungere uno dei tanti casinò europei, mondiali o… Via mare, su una nave da crociera, come anticipato precedentemente.
Una vera e propria scuola, in tutti i sensi: prove pratiche per elasticizzare sempre più la mente ed anche di telesorveglianza, con l’inizio immediato del corso ed una durata dello stesso di almeno 120 ore e stabilita, a livello di frequentazione, dal candidato stesso in prima persona. 6-8 settimane circa per una full immersion giornaliera di altrettante ore o 3-4 mesi con eventuali impegni da sbrigare quotidianamente, con tanto di prova finale davanti al termine dell’apprendimento atta a valutare, con la presenza di una commissione tecnica, la validità o meno di un profilo: in caso di prova brillantemente superata, scatterà il rilascio di un attestato riconosciuto a livello internazionale e della Gaming Licence inglese (PFL). Candidato che potrà così iniziare subito a lavorare essendo, come anticipato, disposto (e non poco) al sacrificio, poiché la collocazione in determinati casinò (vicini o lontani che siano) presuppone anche la possibilità di lavorare anche di notte, per le strutture o le compagnie che decidono di restare aperte 24 ore su 24.

REQUISITI FONDAMENTALI – Occhio anche ai requisiti necessari per poter prendere parte a qualsiasi corso di croupier: non essere daltonici, legato ai colori delle fiches assolutamente da non confondere; possedere un diploma liceale, una fedina penale totalmente pulita e tatuaggi (in caso vi siano) non visibili oltre gli abiti. Altro? Certamente: una buona conoscenza dell’inglese, sostanzialmente imprescindibile per ogni aspirante croupier pronto a possibili avventure estere e a rapportarsi con giocatori d’azzardo di diverse nazionalità, e tanta, tanta pazienza, da opporre anche di fronte a qualsiasi (doveroso sottolinearlo) tipo di scommettitore.

NUOVI ORIZZONTI – Calma ed attesa che potrebbero premiare eccome, portando le qualità di un croupier a sposarsi con i migliori casino del mondo e a far salire anche di grado la propria crescita professionale: da uno stipendio medio-basso per tale compito ad uno ben più alto, con la possibilità di interpretare anche nuovi ruoli. Il pit boss, l’ispettore ed il manager, altri tre ruoli gerarchicamente più importanti rispetto al croupier, hanno ad esempio diversi compiti: controllare che lo svolgimento del gioco sia regolare e far rispettare le procedure interne a colleghi e clienti; controllare i pagamenti, gestire le operazioni di apertura e chiusura dei tavoli da gioco e conteggiare le casse dei tavoli ogni ora (ad esempio tra perdite/vincite). Ma anche risolvere eventuali problemi o disputa con la clientela, contattare la sorveglianza in caso di dubbi o errori non visti in modo da poter ricostruire il gioco e porvi rimedio. Massima attenzione per tre compiti ancor più importanti, raggiungibili con il tempo e con tanto impegno: prima, però, spazio ad un’avventura da croupier. Corsi, pratica e tanta esperienza in più, per un lavoro che può regalare grandi soddisfazioni.

Il casino come opportunità di lavoro per i giovani

Se visto da un’ottica professionale il casino può diventare un’opportunità che offre nuovi posti di lavoro. Ad esempio Malta con una politica economica che favorisce le compagnie di gioco online vede impiegate nel settore oltre 8 mila persone. Un settore forte che non vede crisi e diventa anzi un’opportunità. Come si può iniziare? Per diventare croupier e lavorare nei casino è infatti necessario sostenere dei corsi di formazione obbligatori e a pagamento, volti alla completa istruzione personale per affrontare al meglio la propria nuova avventura in campo lavorativo. Alcuni corsi di formazione sono offerti anche dai Salesiani. Un’idea tutt’altro che cattiva, che svilupperemo lungo questo percorso, per una professione decisamente poco comune che ha ormai intrapreso la strada di un lavoro sempre più richiesto. E il motivo risulta piuttosto semplice, soprattutto a causa della grande quantità di nuove aperture di casino in tutta Europa: tanti i nuovi mondi dello svago aperti nel vecchio continente, soprattutto in posizioni strategiche o collocati in zone di confine per permettere a persone in viaggio o a semplici curiosi di sperimentare un nuovo mondo. Capace di parlare una sola lingua: quella dell’azzardo, decisamente predominante rispetto alle poche, classiche punte di francese usate proprio dai nostri accettatori di scommesse (e non solo).

Nuove aperture di casino e, di conseguenza, nuove importanti possibilità di lavoro da non sottovalutare. Cercare lavoro come croupier, infatti, offre attualmente molti vantaggi: in primis, nonostante la concorrenza per il suddetto incarico sia comunque in espansione, essa non risulta tuttavia ancora più di tanto spietata. Non un aspetto da sottovalutare, in mezzo alle tante difficoltà riscontrate nel mondo del lavoro odierno per trovare un’occupazione e davanti alla possibilità di trovare impiego con un pizzico di facilità in più. Occhio, però, a pensare che si tratti solamente di un’attività piuttosto semplice: la quantità di casino in costruzione ed in netto aumento presuppone anche la possibilità che, in caso di richiesta di assunzione, la domanda di lavoro riceva una risposta sì positiva, ma geograficamente lontana rispetto alla propria posizione di partenza.

Se siete persone che amano viaggiare e fermarsi poco, regalando alla vostra vita continue novità quotidiane, la strada del croupier potrebbe però rivelarsi la chiave di volta per un futuro decisamente scoppiettante. Pensare di lavorare nei più grandi casinò di Las Vegas, già mozzafiato al solo vederli, o comunque a tentare un’esperienza estera, USA o paesi continentali che siano, non può che dare una carica in più, permettendo a chiunque di dilettarsi anche alla scoperta di nuove città o paesi e di dilettarsi da turista durante la propria attività lavorativa. Possibilità particolarmente adatta anche a gente caratterialmente espansiva, spinta dalla curiosità e mai sazia nel conoscere e rapportarsi, quotidianamente, con nuove persone.

Dove lavorare

La lista dei desideri può essere lunga: a Malta ad esempio è possibile lavorare al Casino Portomaso, Dragonara o l’Oracle in una bellissima isola mediterranea dal clima invernale mite e dagli oltre 300 giorni di sole. Se preferite non spostarvi addirittura oltreoceano? Anche l’Europa è in grado di soddisfare (per quanto possibile) tante richieste lavorative: il casino di Baden-Baden in Germania, inserito nella foresta nera della splendida cittadella e spa tedesca, e l’Empire di Londra, vero e proprio covo per gli amanti del “gambling” ed addirittura privo di finestre, nonché sede ufficiale delle World Tour Series di Poker, sono tra i casino più rinomati del vecchio continente. Senza scordare la più classica ed elegantissima struttura di Montecarlo, regno prettamente di soli miliardari e famoso per le salate giocate di poker classico e blackjack.

casino malta

La novità ancor più sorprendente relativa agli ultimi casino costruiti sta nel renderli a tutti gli effetti dei veri e propri resort, dove fermarsi proprio per alloggiare anche durante una vacanza. E gli esempi più curiosi riguardano certamente il Sun City di Rustenburg, in Sud Africa, dotato addirittura di due campi da golf da 18 buche (oltre ai numerosi ristoranti), o il Taj Mahal di Atlantic City, contenente anche uno dei più famosi Hard Rock Café all’interno. Poi, spazio a sogni ancor più grandi: diventare croupier al Ceasars Palace di Las Vegas, osservando anche puntate su tanti eventi sportivi e percorrendo la location del famoso film “Una Notte da Leoni”, o al Bellagio, sempre a Las Vegas, tra splendide fontane capaci di far da cornice alla produzione del film “Ocean’s Eleven” e di testimoniare anche jackpot da ben due milioni di euro. Senza dimenticare la possibilità asiatica legata al casino “The Venetian” a Macao, Cina, palesemente ispirato alla nostra città lagunare ed in grado di offrire… Si, anche giri in gondola all’interno del casino più grande del mondo. Luoghi certamente visibili in maniera differente rispetto agli occhi del croupier, prettamente impegnato nel proprio lavoro ma in grado di sostare per ore in ambienti decisamente affascinanti e visitabili, perché no, a turno di lavoro concluso.

Corsi di formazione per croupier

Montecarlo, Las Vegas, Malta o Venezia, per restare all’interno dei confini del nostro paese. Sono tante le località in giro per il mondo capaci di offrire casino unici nel loro genere, veri e propri parchi del divertimento per gli amanti del gioco d’azzardo: dal poker, in versione Caribbean Stud o Texas Hold’em, alle slot machine, passando per i più classici Trente et Quarante, Chemin de fer e la semplicissima quanto intramontabile roulette. Luoghi di svago per passare serate diverse, concedendosi una serata di lusso tentando la fortuna, o piacevole ed inguaribile abitudine per chi è solito dedicarsi, live o da casa, al cosiddetto “gambling”.

corsi formazione“Rien ne va plus, les jeux sont faites”. Quante volte avrete sentito pronunciare questa frase? E allo stesso tempo, quante volte avete sperato di aver collocato nel giusto punto le fiches sul tavolo da gioco per poter portare a casa la posta in palio? Tante, anche troppe, se avete collocato il mondo dei casino nella classifica dei vostri principali svaghi. E se questo mondo dovesse entrarvi talmente tanto sottopelle da farne un’abitudine quotidiana? Guai a fraintendere: il gioco è vietato ai minori e può creare dipendenza patologica, finendo così per diventare un rischio anche per la propria vita in termini economici e non solo. Ma può anche essere preso, allo stesso tempo, come un hobby misurato, pronto a seguire costantemente le linee delle proprie possibilità e a non oltrepassare limiti imprescindibilmente da rispettare ed è qui che si inseriscono i programmi rivolti ai giovani con i corsi di formazione offerti dai Salesiani a Malta e nel mondo.

Nuove possibilità formative per i giovani

Per stazionare nel mondo dei casino tuttavia, può anche esserci un’altra particolare alternativa come quella offerta dai Salesiani in ottica di un futuro inserimento nel mondo del lavoro. Il gioco è libero, concesso a qualsiasi maggiorenne e praticabile in qualsiasi momento… E se si decidesse dunque di spostarsi dall’altro lato, quello della forza motrice che permette alla roulette di girare a 360° in cerca di fortuna da regalare? Quello dell’intero mazzo di carte in mano, di fiches spostate in massa e della camicia bianca con gilet nero e papillon in bella vista, spiegato in maniera piuttosto riduttiva? Sì, proprio quello del croupier, una figura alla quale si pensa spesso in maniera sommaria, ricollegando l’universo dell’azzardo alla mera voglia di portare solamente la fortuna dalla propria parte e di arricchire le proprie casse grazie a qualche possibile vincita. Mestiere tutt’altro che banale o casuale, ricco di spunti, curiosità e nozioni da apprendere sulle quali vale la pena focalizzarsi.