La storia dei Salesiani

La congregazione dei Salesiani ha le sue origini nel 1859 grazie alla fondazione avvenuta a Torino ad opera di San Giovanni Bosco e alla sua opera all’interno del rione Valdocco.

E’ la Torino della prima industrializzazione e dei primi grandi flussi migratori quella in cui si sviluppa l’opera di San Giovanni Bosco e dei suoi collaboratori, un’opera che si concentra sul sostegno dei giovani delle classi più povere.

salesiani

IL PERIODO PRE-FONDAZIONE – Già qualche anno prima dalla fondazione ufficiale il gruppo di sacerdoti aveva avviato le proprie attività sfruttando gli spazi concessi da alcuni nobili dell’epoca. Le attività principali che venivano svoltee all’interno degli oratori erano quelle di scuole di apprendimento serali, laboratori per apprendisti e persino una tipografia.
Già nel 1852, sette anni prima della creazione ufficiale dei Salesiani, era stata eretta la prima chiesa della compagnia intitolata a San Francesco di Sales mentre con il tempo avviene un’importante trasformazione: non più istituti di carattere esclusivamente religiosi ma apertura ai liberi cittadini volontari che mantengono i diritti civili.

La scelta è un successo. Nel 1858 San Giovanni Bosco viene ricevuto da Papa Pio IX e l’anno successivo, precisamente il 18 dicembre 1859, viene ufficialmente fondato l’ordine dei salesiani.

I PRIMI ANNI – Nel 1862 avviene la professione dei voti pubblici di castità, obbedienza e povertà da parte dei primi ventidue membri mentre due anni dopo i Salesiani ricevono il pontificio decreto di lode.
Ma non è come potrebbe sembrare tutto rose e fiori il percorso dei Salesiani. Nei primi anni infatti non viene concesso loro il diritto di rilasciare lettere dimissorie a causa dell’ostruzionismo perpetuato nei loro confronti da parte del nuovo vescovo di Torino Alessandro Riccardi di Netro e del suo successore Lorenzo Gastaldi che fa di tutto affinché i Salesiani restino sotto la giurisdizione della curia torinese.
Tra metà degli anni ‘60 e ‘70 San Giovanni Bosco deve quindi sottoporre alla congregazione per i Religiosi le costituzioni redatte dieci anni prima al momento della fondazione, viene così fatta un’accurata revisione e finalmente – nonostante le numerosi modifiche rispetto al testo originale – avviene il 3 aprile del 1874 l’approvazione da parte del Papa. Per avere il privilegio dell’esenzione San Giovanni Bosco dovrà aspettare comunque dieci anni poiché è solo il 28 giugno 1884 che la Santa Sede concede questo privilegio.

IL PERIODO DELLE MISSIONI NEL MONDO – Dopo una prima fase per forza di cose più incentrata sul territorio torinese, i Salesiani possono finalmente iniziare la loro opera anche in giro per il mondo.
L’apostolato missionario inizia nel 1875 in Argentina avente come fine l’evangelizzazione della Patagonia. Successivamente da lì iniziano a risalire l’America Latina andando anche in Uruguay, Brasile e infine nel 1896 anche negli Stati Uniti.
L’Africa era da sempre nei progetti di San Giovanni Bosco ma le prime missioni in quel continente iniziano solo dopo la morte del suo fondatore. Il percorso africano è l’opposto da quello americano,qui infatti si parte da nord per scendere poi verso sud. Tutto inizia nel 1891 quando aprono una casa in Algeria e man mano iniziano la discesa per il continente stabilendosi soprattutto in Congo a metà degli anni ‘10.
L’opera in Asia ha inizio nel 1906 in India per poi proseguire verso est passando per Tibet, Birmania e infine nel 1926 in Giappone.

L’APOGEO E I GIORNI NOSTRI – Il massimo sviluppo della congregazione si ha nel 1967 quando raggiunge il ragguardevole numero di 21.614 religiosi professi e 1.196 novizi. Da lì inizia però un calo dovuto a vari fattori che in un decennio ha portato a un calo di oltre il 20% rispetto al momento di massima diffusione.
Oggi i Salesiani sono attivi soprattutto in Asia nelle Filippine e in alcune province dell’India e il numero di sacerdoti si è dimezzato rispetto a cinquant’anni fa (al 2013 si contano 10.524 sacerdoti). Resta comunque il secondo istituto religioso cattolico e maschile più grande al mondo, preceduto solamente dalla Compagnia di Gesù.